Cerca nel blog

mercoledì 1 giugno 2011

Palermo, insegnante pedofila abusò di un alunno. Condannata.

Si è conclusa dopo dieci anni la causa che vedeva imputata l’insegnante Giulia Scotto Di Frega, 40 anni, accusata di violenza sessuale su un minore. La sentenza è stata pronunciata dal collegio della Corte d’appello di Palermo, presieduto da Raimondo Lo Forti, che ha dichiarato prescritte le accuse di minacce, riducendo di un anno la condanna di primo grado e condannando l’insegnante a quattro anni di reclusione.

I fatti avvenuti a Terrasini, in provincia di Palermo, risalgono al 2001 quando la vittima aveva dieci anni e iniziò ad avere un rapporto con la professoressa, all’epoca 30enne. La relazione si sarebbe protratta per oltre cinque anni.

La giovane insegnante dava lezioni private al ragazzino e al tempo stesso intratteneva una relazione clandestina con il padre dell’alunno. Fu l’uomo a scoprire il rapporto “amoroso” tra la donna e il figlio minorenne e a minacciare l’amante, perchè interrompesse la relazione.

La professoressa adesso dovrà risarcire il danno alla madre del ragazzo, costituitasi parte civile. Purtroppo questo caso di violenza su minori, perpetrata dalla figura di un insegnante su un alunno, non è un caso isolato: questo genere di violenza, infatti, è una delle pagine tristi della nostra cronaca.

E soprattutto quando una figura degna di fiducia e che dovrebbe essere di guida e insegnamento, non solo didattico per un ragazzo, si trasforma in un incubo, il risveglio è ancora più traumatico e non sempre i ragazzi hanno la forza di denunciarlo.

http://www.ilquotidianoitaliano.it/cronaca/2011/06/news/abuso-di-un-alunno-di-10-anni-insegnante-condannata-a-4-anni-89012.html/

Nessun commento:

Posta un commento