Cerca nel blog

giovedì 21 ottobre 2010

Vuole tutta l'eredità, assolda un killer per uccidere la sorella: arrestata

La donna di Castel Goffredo ha contattato un disoccupato, che non si è rivelato però uno spietato assassino: ha infatti raccontato tutto alla vittima predestinata, una professionista, che ha fatto arrestare la sorella maggiore

CASTEL GOFFREDO. Ha tentato di assoldare un killer per ammazzare la sorella e incassare così tutta l'eredità lasciata dal padre. Ma non ha scelto l'uomo giusto: anziché un assassino spietato, l'uomo contattato per eliminare la concorrente alla divisione dei beni si è rivelato il buono della storia.

Il disoccupato anziché agire e incassare la somma pattuita, 30-40mila euro, è andato a raccontare tutto alla vittima predestinata - una professionista che abita nell'Alto Mantovano, 43 anni, sposata, con figli - la quale, sebbene scioccata dalla notizia, ha fatto arrestare la sorella andando a denunciarla ai carabinieri. Il fatto è venuto alla luce pochi giorni fa, l'11 ottobre.

Dopo la verifica delle accuse, i carabinieri hanno arrestato la mandante dell'omicidio, Giulia Morbini, 46 anni, di Castel Goffredo, da qualche tempo residente a Peschiera del Garda. La donna è finita in manette per estorsione continuata. Quando i carabinieri sono entrati in casa, dormiva tranquillamente. Poi, letto l'ordine di arresto della Procura, è scoppiata in un pianto a dirotto.

Il killer prescelto è un cinquantenne di Peschiera, padre di famiglia, al momento disoccupato. Non aveva alcuna intenzione di diventare un assassino, nonostante le ristrettezze economiche, e avverte la vittima designata. Con un certo imbarazzo le racconta di essere stato ingaggiato da sua sorella per ucciderla, con la promessa di ricevere in cambio trenta-quarantamila euro.

Confessa anche di non essere affatto un assassino e di non aver alcuna intenzione di far del male. «Però - la avverte - se non lo faccio io, potrebbe farlo qualcun'altro. E' meglio che lei corra ai ripari». Da tempo i rapporti tra le due sorelle erano a brandelli.


[Fonte gazzettadimantova.gelocal.it]

Nessun commento:

Posta un commento