Cerca nel blog

mercoledì 20 ottobre 2010

Ucciso per la bimba contesa «A giudizio la moglie polacca» - Angelo Ogliari

Cremona Ogliari, processo anche per il nuovo compagno della donna




CREMA - È a una svolta l' inchiesta sul delitto Ogliari.
Dopo quasi tre anni di indagini il procuratore Daniela Borgonovo ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio per la moglie separata di Ogliari, la ex ballerina Jolanta Lewandowska, polacca di 43 anni e del suo nuovo compagno, il tassista cinquantenne di origine uruguaiana Edgard Fagraldines.

I due sono gli unici indagati per il delitto. Edgard e Jolanta in tutti questi anni, non sono mai stati sottoposti ad alcuna misura cautelare. La magistratura inquirente ha ipotizzato per loro il reato di «concorso in omicidio volontario». Il possibile movente era quello di impedire che la figlia della coppia, Diana, fosse riconsegnata al padre come stabilito da due sentenze. Angelo Ogliari, morì massacrato a calci e pugni nella sua abitazione di Cremosano, la notte del 30 ottobre 2007. Angelo e Jolanta si erano conosciuti nel 2000 in un night. Lui, commerciante di auto, se ne innamorò follemente. La sposò e dalla loro relazione era nata una bella bambina, Diana.

Una storia quella tra il cremasco e la polacca, travagliatissima, tanto che finì inesorabilmente in una separazione. E subito iniziò la contesa per l' affidamento di Diana, che la madre aveva portato in Polonia. Ma che una sentenza definitiva aveva invece affidata al padre. Ogliari pur di vedere la bimba aveva fatto anche un viaggio in Polonia. Ma madre e figlia erano sparite. Iniziò così una serie di esposti e denunce. Ogliari non rivide più la sua bimba. Venne trovato massacrato. Almeno due persone l' avrebbero atteso nel giardino della sua villetta. Appena varcò il cancello, l' uomo venne aggredito e finito con delle sprangate. Il legale dei due indagati l' avvocato Martino Boschiroli, ha ribadito da sempre che non vi sono prove del coinvolgimento dei suoi assistiti.

Galli Silvia

[Fonte http://archiviostorico.corriere.it/2010/agosto/28/Ucciso_per_bimba_contesa_giudizio_co_7_100828025.shtml]

1 commento:

  1. MINISTRO MARA CARFAGNA........VERGOGNATI!!! VERGOGNATI!!!! VERGOGNATIIIIIIIIIIII!!!!!!
    VIENI QUI A COMMENTARE.......VAI ORA A COMMENTARE IN TELEVISIONE COME SEI ABITUATA A FARE SOLO TU E RIGIRA TUTTA LA FRITTATA SEMPRE E SOLO PER LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE....SEI LA PIù BRAVA DEL MONDOP A GIRARE SEMPRE OGNI COSA A FAVORE DELLE FEMMINISTE (COME TE!)
    MA MI FACCIA IL PIACEREEEEEEE!!!!
    NOI UOMINI VITTIME DELLE DONNE, DA CHI SIAMO TUTELATI????
    QUALE LEGGE A DOC è MAI STATA FATTA PER TUTELARE NOI PADRI DALLA VIOLENZA DI VOI DONNE VIOLENTE????...........LA MARA CARFAGNA è+ LA RESPONSABILE DI AVER CANCELLATO DAL DIZIONARIO DEL SUO MINISTERO "LA PAROLA UOMO!!!"
    COMPLIMENTI ANCORA ALLE ISTITUZIONI CHE NON HANNO MAI TUTELATO I BAMBINI DAL POTER ESSERE VITTIME DELLE DONNE SIN DA BAMBINI E POI COME NOI OGGI ANCHE DA ADULTI.......

    RispondiElimina