Cerca nel blog

mercoledì 6 ottobre 2010

Le vittime della fabbrica dei divorzi. Incontro con l´avv. Fiorin a Bolzano il 15 ottobre

Il prossimo Venerdì 15 ottobre 2010, alle ore 20.00 presso la Sala Incontri della chiesa di Tre Santi (primo piano - via Duca d’Aosta 25, Bolzano), Figli Per Sempre Bolzano ha organizzato un incontro con l'avvocato Massimiliano Fiorin sul tema "Le vittime Della fabbrica dei divorzi".
Duecento separazioni e cento divorzi al giorno in Italia: che danni generano nei figli e nel tessuto sociale? Quali sono le proposte per migliorare il diritto di famiglia? A quarant'anni dall'approvazione della legge Fortuna-Baslini, quanto il divorzio ha trasformato la società italiana? E soprattutto quali sono i danni che i divorzi generano nei figli, nei genitori non affidatari e nel tessuto sociale? Con la legge sull'affido condiviso del 2006 è cambiato qualcosa?
A queste e a molte altre domande proverà a rispondere l'avvocato Massimiliano Fiorin venerdì 15 ottobre alle ore 20.00 nella Sala Incontri della chiesa di Tre Santi. Massimiliano Fiorin, avvocato del foro di Bologna, dove ricopre anche l'incarico di presidente della Camera civile, è noto per aver scritto il libro che ha avuto molta eco tra gli addetti ai lavori “La fabbrica dei divorzi. Il diritto contro la famiglia” (ed. San Paolo, 304 pagine, 18,00 Euro).
Abbiamo posto qualche domanda al relatore della conferenza.
 
Avvocato Fiorin, nel suo libro Lei parla del divorzio come di un “inferno” che porta danni singoli, sociali, economici: è una posizione molto netta e controtendenza!
Il divorzio ha portato le società occidentali ad essere inondate da quelli che io chiamo “gli oceani di sofferenza”. Negli ultimi quarant'anni, con un'accelerazione spaventosa nell'ultimo decennio, si sono prodotti disagi e lacerazioni sociali assai più profondi di quanto non si sia disposti ad ammettere. Oggi, in Italia, come hanno riportato con molto clamore i media proprio nelle ultime settimane, i fatti di sangue con motivazioni connesse alla separazione e al divorzio sono probabilmente più numerosi di quelli dovuti alla criminalità organizzata.”
Lei intitola un capitolo del suo libro “La guerra contro il padre”. Perchè?
Perchè in Italia ci sono migliaia di padri separati che a causa della separazione hanno perso tutto, casa, lavoro, figli e vivono alle soglie dell'indigenza. Ma il danno più grave lo subiscono i loro figli: l'assenza forzata del padre dalle famiglie causa i problemi più devastanti nel medio e lungo termine. Non c'è studio sociologico e statistico a livello internazionale che non abbia dimostrato che l'assenza del padre da casa durante gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza, a causa del divorzio dei genitori, è un fattore di devianza sociale che ricorre molto più di tutti gli altri. A partire dalle bocciature e dagli abbandoni scolastici, per arrivare alla depressione, all'alcolismo e alla tossicodipendenza, fino alla disoccupazione e alla marginalità sociale.”
 
Con l'avvocato Fiorin daranno il loro contributo alla serata anche dei relatori locali che sono quotidianamente impegnati in questo settore: Elio Cirimbelli, mediatore familiare fondatore dell'ASDI, Nikolaus Pirhofer, avvocato, presidente della Männerinitiative Südtirol e Paolo Rauzi, vicepresidente Figli per sempre sezione Trentino - Alto Adige.
Alla fine dell'incontro verrà dato spazio alle domande dei presenti per una discussione condivisa. L'incontro è organizzato dall'Associazione Figli per Sempre Onlus, dall'ASDI e dalla Männerinitiative Südtirol.
 
Informazioni:
Associazione Figli per sempre: figlipersempretnbz@gmail.com
Männerinitiative Südtirol Onlus: info@maennerinitiative.it  Asdi: info@asdibz.it

[Fonte adiantum.it] 

Nessun commento:

Posta un commento