Cerca nel blog

sabato 9 ottobre 2010

HUNZIKER: "IO SO RIDERE PERCHÉ HO SOFFERTO TANTO"

«Io sono sempre me stessa. In realtà ho due anime. Una malinconica, una solare e ottimista. Dalle difficoltà cerco di trarre il lato positivo. Quando sono nata non avevo il condotto lacrimale, non potevo piangere. Me l’hanno fatto artificialmente. Chissà, forse il Signore non voleva che piangessi...». Michelle Hunziker si racconta in un'intervista al settimanale Oggi.
«Ho pudore delle mie lacrime - aggiunge - Mi è capitato invece, in momenti di forte tensione, di scoppiare a ridere, per una reazione nervosa, suscitando grande sconcerto. Però di solito la mia è una risata vera. Ho sempre visto il bicchiere mezzo pieno, mai mezzo vuoto. E poi essere un personaggio brillante e solare a teatro e in Tv è una gran terapia contro la malinconia e il dolore. Solo chi ha sofferto riesce a far ridere. E io per fortuna ho avuto un’infanzia difficile e dolorosa, con la separazione dei miei e tante altre cose molto tristi. Ma il dolore mi ha temprata e oggi affronto le difficoltà con più grinta e consapevolezza». La showgirl italosvizzera ammette che le piacerebbe un altro figlio. «Oh, sì, mi piacerebbe moltissimo. Per un figlio rallenterei il lavoro - dice - Comunque ho idea che il figlio lo farà prima mia figlia, Aurora. Non ora, ci mancherebbe, sta facendo la prima liceo! È che io sono stata così felice della sua nascita quando avevo solo 19 anni che penso sia bellissimo avere un bimbo quando si è molto giovani, con un compagno che si ama davvero. Ti doni a un altro, dimentichi l’egoismo, ti arricchisci enormemente».
Michelle continua: «Che bello, un nipotino da coccolare... Ma resta un sogno tutto mio». Infine, la soubrette parla del suo ex marito, Eros Ramazzotti. «Aurora è più profonda di me. Spesso si apparta a pensare, a scrivere, a leggere... Ha la profondità d’animo di suo padre. Pure lui sta facendo il suo percorso, ha avuto i suoi dolori. Insieme, cerchiamo di proteggere nostra figlia, ma prima o poi anche lei dovrà affrontare le difficoltà della vita».

"TRAVOLTA GAY? MACCHÉ"
Un uomo «di grande charme» e tutt'altro che gay. Così Michelle Hunziker descrive John Travolta, dopo averlo conosciuto sul set degli spot Telecom. «John è John e non è proprio vero che è gay, secondo me» ha raccontato oggi a Milano Michelle Hunziker, a margine della conferenza stampa di presentazione del suo nuovo spettacolo teatrale, Mi scappa da ridere. «Mi sembra molto sensibile e una bella persona, oltre che molto innamorato di sua moglie - ha aggiunto -. È un uomo che ha sofferto molto e pare che ora si sia staccato da Scientology, ringraziando il Signore». 


[Fonte leggo.it]

Nessun commento:

Posta un commento